segnalasito

posizionamentomotoriricercagoogle

  • Come posizionare un sito web ai primi posti in Google e nei principali motori di ricerca

E' possibile far uscire dall'oblio un sito web, posizionarlo ai primi posti in Google per le parole o frasi chiave strategiche e quindi affermare il proprio marchio e i propri servizi ?
La risposta è sì, è possibile, o almeno lo è quasi sempre, se escludiamo parole chiave "impossibili", nel senso che danno in risposta decine di milioni di risultati, anche se con il tempo e la costanza qualsiasi risultato può essere raggiungibile, come ad esempio alcune "missioni impossibili" che siamo riusciti a compiere con alcuni dei nostri clienti.
Il primo passo da compiere, assolutamente il più importante e strategico, è la scelta delle giuste parole chiave per le quali effettuare il lavoro di posizionamento e quindi osservare e studiare la concorrenza con la quale bisognerà confrontarsi.
Infatti, e' assolutamente inutile aver posizionato un sito web anche al primo posto in Google come in altri motori per parole o frasi chiave che vengono utilizzate poco o niente.
E quindi ricordiamo di nuovo quali sono gli strumenti on line disponibili gratuitamente che ci consentono di fare le giuste valutazioni e successive scelte in tal senso :

 

Overture :

Indirizzo web per ricerche effettuate dall' Italia in lingua Italiana - mercato italiano : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=it&lang=it_IT

 

Per ricerche effettuate da altre nazioni e per i corrispondenti mercati di riferimento sono disponibili i seguenti indirizzi:

- Stati Uniti : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=us&lang=us_US

- Gran Bretagna : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=uk&lang=uk_UK

- Germania : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=de&lang=de_DE

- Francia : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=fr&lang=fr_FR

- Giappone : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=ja&lang=ja_JP

- Corea : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=ko&lang=ko_KR

- Spagna : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=es&lang=es_ES

- Olanda : http://inventory.overture.com/d/searchinventory/suggestion/?mkt=nl&lang=nl_NL

 

Google :

Indirizzo : https://adwords.google.com/select/main?cmd=KeywordSandbox

 

Entrambi gli strumenti consentono, data una determinata parola chiave, di vedere quali altre vengono ad essa associate e in Overture viene in più indicata una classifica del numero di ricerche che vengono effettuate su ciascuna di esse.

I due strumenti vanno quindi utilizzati insieme e i risultati vanno incrociati per arrivare a determinare quali parole o frasi chiave possono essere più idonee per un ottimizzazione finalizzata al posizionamento del sito web ai primi posti in Google.

Nella scelta, almeno inizialmente, soprattutto per un sito nuovo, è meglio non focalizzare l'attenzione sulla parola chiave maggiormente utilizzata in assoluto, se questa fornisce come risultati di ricerca diverse centinaia di migliaia o milioni di risultati, ne esisteranno sicuramente altre, che hanno minore competitività, ma che associate con altre possono portare inizialmente un traffico soddisfacente.

Se, ad esempio, dobbiamo posizionare un sito di un allevamento di cani, in Overture potremo verificare come la parola senz'altro più utilizzata e che porterebbe più traffico è  "cani" ma che in Google fornisce 1.350.000 siti risultanti da tale ricerca. Scorrendo la lista verificheremo che ci sono altrettante parole chiave più mirate da prendere in considerazione come ad esempio, cani di razza, allevamento cani, razze cani, allevamento cani razza, vendita cani, vendita cani di razza e andando poi a incrociare queste nel Tool on line di Google potremmo scoprirne ulteriori da prendere in considerazione.

Queste parole chiave danno senz'altro un numero di siti risultanti dalle relative ricerche minore ma nello stesso tempo, posizionando il sito ai primi posti in Google per questo gruppo di frasi chiave, il traffico utile che ne deriverebbe, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo risulterebbe interessante.

Una volta raggiunti i primi risultati si può quindi poi puntare al posizionamento di parole chiave maggiormente competitive, come nel caso precedente potrebbe essere la parola chiave "cani".

Dopo aver effettuato la scelta delle parole chiave , andiamo ad analizzare i siti concorrenti che sono posizionati ai primi posti in Google per quelle che abbiamo selezionato con alcuni utili strumenti gratuiti disponibili on line, e a tale scopo prendiamo ad esempio la parola chiave "cani di razza".

Andiamo quindi in Google ed effettuiamo la ricerca per questa parola chiave e il primo dato che rileviamo è il numero di siti risultanti, in questo caso 145.000, non pochissimi, ma senz'altro è un posizionamento fattibile.

Andiamo quindi a visitare il sito che è posizionato al primo posto per questa parola chiave, e quindi copiamoci in memoria il suo indirizzo.

Un primo dato che possiamo rilevare è il Page Rank di questo sito che nel caso specifico è solo di 3/10, e questa è già una buona notizia in quanto non dovremmo avere molta difficoltà nel raggiungere un valore di Page Rank di 3 o 4 per il nostro.

Vediamo ora come lo spider di un motore di ricerca vede questa pagina, attraverso l'apposito strumento disponibile on line al seguente indirizzo :

 

 http://www.stargeek.com/crawler_sim.php

 

Apriamo quindi un'altra finestra e andiamo su un altro strumento che rileva la densità e la presenza della parola chiave in questione nelle varie sezioni di testo e di codice che compongono la pagina, al seguente indirizzo :

 

 http://www.gorank.com/seotools/?PHPSESSID=2dbfb314cfcdf12f9b6f2c447126f243

 

Sia nell'uno che nell'altro caso dobbiamo indicare l'indirizzo web del sito che vogliamo analizzare e nel secondo caso anche la parola chiave che vogliamo prendere in esame.

Perchè stiamo facendo quest'analisi e questa rilevazione ? Non certo per copiare il sito che è posizionato al primo posto in Google per la parola chiave che ci interessa e che stiamo analizzando, ma per trarre spunti utili per il lavoro che dovremo svolgere e soprattutto per capire con quale criterio e perchè Google ha posizionato quel sito al primo posto per quella parola chiave.

Dovremmo quindi chiederci e rilevare, qual'è la densità della parola chiave esaminata nelle varie sezioni che compongono la pagina? qual'è la struttura utilizzata ? Quali spunti posso trarre per configurare ancora meglio la pagina del mio sito che andrò ad ottimizzare per questa parola chiave?

Si potrebbe rilevare ad esempio, che in una top page, sebbene posizionata al primo posto, manchino i tag di intestazione del corpo del testo o di un paragrafo <h1>,<h2>,<h3> contenenti la parola chiave esaminata, e questo già potrebbe essere un aspetto migliorativo.

Un errore, se così possiamo chiamarlo, che viene spesso commesso è quello di inserire nel Tag Title, il nome della propria Azienda, mentre invece in questo Tag andrebbe inserita una frase di senso compiuto composta da due o tre parole chiave tra quelle che abbiamo scelto e che deve contenere quella per la quale stiamo principalmente ottimizzando la pagina web.

 

Ad esempio, si tende sempre ad inserire un Tag Title di questo tipo :

Allevamenti Mario Rossi: cani di razza

è invece meglio e più ottimizzato in questa forma:

Allevamenti cani di razza: vendita cani

 

Il nome dell'azienda possiamo inserirlo nel META Tag Description e/o nella prima parte del corpo del testo in modo che sia comunque visibile.

 

Altro fattore importante da rilevare è la distribuzione della parola chiave nel corpo del testo.

Ai fini di una migliore ottimizzazione è consigliabile che questa sia presente all'inizio del corpo del testo della pagina, così come viene rilevata nella sequenza di lettura dello spider, e nel paragrafo finale, vicino la parte finale della pagina.

Inoltre, è un fattore positivo evidenziare in grassetto o sottolineare la parola chiave nel testo una sola volta.

 

Un altro fattore da tenere in considerazione è la posizione della barra del menu, che deve essere assolutamente testuale, e possibilmente posizionata sulla destra, mentre solitamente si posiziona al di sopra del corpo del testo o più spesso alla sua sinistra.

Questo perchè lo spider del motore di ricerca legge in sequenza prima il contenuto del Tag Title, quindi il Tag description, poi la grafica e le eventuali immagini di sfondo con relativi alt tag e quindi il Tag di intestazione H1, se presente ( deve esserci per una corretta ottimizzazione ) , e infine la parte sinistra del corpo del testo, il corpo del testo e la parte a destra.

A meno che non riusciamo ad inserire e distribuire nel testo associato ai links del menu le parole chiave scelte per l'ottimizzazione, se possibile è quindi meglio collocarlo alla destra del corpo centrale del testo.

Quelli citati, sono tutti dettagli e accorgimenti importanti che possono fare la differenza in un posizionamento di un sito web.

Nella seconda parte di quest'articolo vedremo come indicizzare velocemente un sito web in Google, come farne crescere il page rank e come farlo diventare autorevole nel suo settore.

Indicizzare un sito web velocemente in Google è molto più semplice di quello che si possa immaginare.

La cosa interessante è che la stessa tecnica che consente una veloce indicizzazione dei siti web in ogle e negli altri motori di ricerca fornisce nello stesso tempo un immediata acquisizione di Page Rank.
E allora vediamo subito cosa non si deve fare.
La prima cosa da non fare è quella di utilizzare la pagina "Aggiunta di un URL" di Google all'indirizzo http://www.google.it/intl/it/add_url.html come anche ogni tipo si segnalazione automatica tramite software.
Ci rendiamo conto che un'affermazione del genere fatta proprio da noi che tra l'altro distribuiamo da anni un software come AddWeb che tra le sue caratteristiche ha anche la submission automatica può sembrare un controsenso , ma tant'è, e i criteri di indicizzazione e posizionamento nei motori di ricerca sono soggetti a continue variazioni nel corso dei mesi e degli anni che non possono essere ignorate.
E allora come procedere per una veloce indicizzazione in Google ?
In fase di analisi preliminare, abbiamo scelto un gruppo di parole chiave per le quali abbiamo poi ottimizzato il sito web.
Eseguiamo per ciascuna di queste parole chiave una ricerca in Google e visitiamo ad uno ad uno i primi 10 siti web posizionati risultanti; sulla Google Toolbar verifichiamo il Page Rank di ciascuno di essi e quindi cerchiamo nel sito se è presente una pagina di links, meglio se collegata alla home page del sito che stiamo visitando.
Se la home page di un sito Web ha un Page Rank alto, di 6 o 7, ma anche di 5, in genere le pagine che sono ad essa collegate, come può essere una pagina di links, ha un valore di n-1 o n-2, dove n è il PR della pagina iniziale.
Selezioniamo quindi una serie di siti che non sono nostri diretti concorrenti, e che hanno un valore di PR della pagina dei links più alto possibile.
Se dalle parole chiave che abbiamo selezionato ricaviamo per la maggior parte siti che sono nostri diretti concorrenti, un metodo può essere quello di fare ricerche con parole chiave corrispondenti in lingua inglese e viceversa per argomenti attinenti.
Ad esempio, se il sito di cui stiamo curando il posizionamento è un hotel a Roma è evidente che con questo metodo tutti i siti risultanti dalle ricerche sarebbero siti concorrenti, ma un un Hotel a Venezia, a Firenze o a Milano o New York non sarà certo un concorrente e quindi possiamo fare ricerche con le corrispondenti parole chiave per queste località.
In molti casi, nelle pagine dei links o nella home page del sito, viene indicato un contatto o c'è un form predisposto per lo scambio link.
E' in questi siti che potremmo inoltrare una richiesta di scambio link con maggiori possibilità di successo.
Quando chiediamo lo scambio di links, curiamo anche l' "anchor text" ovvero il testo associato ad essi, inserendovi le parole chiave più importanti per il nostro sito.
Utilizzando questo metodo, otterremo i seguenti vantaggi :

1) Un indicizzazione veloce, tipicamente in 48/72 ore, in quanto lo spider del motore di ricerca troverà da solo il link al nuovo sito o alla nuova pagina; infatti, lo spider di Google visita mediamente tutti giorni pagine con PR4 o PR5
2) Maggiore considerazione di Google per il nuovo sito trovato ai fini del posizionamento, proprio perchè l'ha trovato da solo.
3) Acquisizione di Link popularity e PageRank per i links che proverranno da siti con buoni valori di PR e soprattutto con argomenti attinenti al nostro.

Uno strumento per lo scambio di link a tema come il Linktrader di AddWeb ( http://www.cyberspacehq.it/linkpopularity.htm ), è un valido complemento a questa tecnica.

Questa metodologia è comunque valida non solo per Google, ma anche per tutti gli altri motori di ricerca.

Oggi ci sono stati già 1 visitatoriqui!
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=